Convegno Caritas sulle povertà educative

Giovedì 13 giugno dalle 17 alle 19:30 in Vescovado a Reggio

Il convegno è organizzato dalla Caritas Diocesana di Reggio Emilia e Guastalla, con l’intento di riflettere e approfondire la tematica della povertà educativa, partendo dall’esperienza pluriennale del fondo famiglia per la formazione.

Ciò che l’esperienza di questi anni ci ha permesso di rilevare è che quella educativa è un esempio concreto di povertà che meglio spiega il collegamento fra la dimensione materiale e quella immateriale  nei percorsi di privazione che interessano le famiglie conosciute dai centri caritas. A ciò si aggiunge che tale fenomeno ha una valenza di carattere famigliare e di contesto più allargato, in cui entrano in gioco dinamiche valoriali in riferimento ai percorsi educativi e alla loro necessaria cura.

Partendo da queste riflessioni si è deciso di prevedere diversi interventi nel corso dello stesso che tengano assieme sia il contesto in cui il fondo per la formazione si è trovato ad operare, fornendo dati che spaziano a livello nazionale ed europeo, sia la descrizione e riflessione sui processi educativi e cognitivi che sono influenzati dalla carenza di strumenti scolastici idonei.

La prima parte sarà oggetto dell’intervento dell’Ufficio Studi e Ricerche di Caritas Italiana, che da anni collabora con “Save the Children” alla redazione dell’atlante dell’infanzia a rischio, e che a breve pubblicherà un volume proprio sul tema della povertà educativa nel contesto italiano ed europeo.

A questo intervento più di carattere sociologico e statistico farà da completamento un intervento del professor Pierpaolo Triani, pedagogista ed insegnante presso l’università cattolica, il quale ci permetterà di rilevare come la presenza o meno di strumenti educativa incida sul percorso cognitivo dei ragazzi.

Un terzo intervento invece sarà curato dall’Osservatorio della Caritas diocesana di Reggio Emilia – Guastalla e riguarderà l’esperienza del fondo famiglia per la formazione. Nel corso degli anni sono stati approvati più di 600 interventi, che hanno riguardato oltre 500 famiglie, un patrimonio di informazioni importanti che merita di essere osservato e analizzato,  anche alla luce di una riprogettazione e ricalibratura degli obiettivi del fondo stesso.

Sede: se la partecipazione non supera le 100 unità (è prevista l’iscrizione) si pensava di utilizzare la sala del Museo presente in vescovado.

Data: giovedì 13 giugno dalle 17 alle 19.30

Soggetti coinvolti: il convegno è organizzato dalla Caritas diocesana, tuttavia, vista la collaborazione e la necessità di operare in un’ottica condivisa, si è pensato di coinvolgere i servizi sociali del Comune di Reggio Emilia e del distretto della Val d’Enza. Gli organizzatori hanno ritenuto importante coinvolgere e promuovere l’iniziativa agli altri uffici pastorali che hanno attinenza con la tematica, in particolare oratori, e altre istituzioni che si occupano di educazione (università).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.